Gli utenti Android tracciati da Google anche con la localizzazione spenta

Gli smartphone Android vengono tracciati da BigG anche se la localizzazione non è attiva, non si stanno utilizzando app e non è nemmeno stata inserita la sim. Google conferma.

“Quando usi i servizi di Google, noi potremmo raccogliere e processare informazioni riguardo la tua localizzazione. Usiamo diverse tecnologie per determinarla, incluso l’indirizzo IP, il Gps e altri sensori che potrebbero, ad esempio, fornire a Google dati sui dispositivi vicini a te, wifi e ripetitori”.

Questo è quanto riportato nella privacy policy di Google che, negli ultimi giorni, si trova di fronte all’accusa del sito Quartz che rimprovera al gigante del web l’utilizzo improprio della geolocalizzazione sui dispositivi Android, anche se l’utente la spegne, non utilizza app e non inserisce nemmeno la sim.

Vi è mai capitato, entrando ad esempio in un centro commerciale, di ricevere una notifica che vi dice quanto sia popolare il luogo in cui siete, anche se avete il telefono in tasca con la localizzazione spenta? Ebbene, per Google non è impossibile violare la vostra privacy, raccogliendo queste informazioni, anche se avete fatto tutto quanto in vostro potere per impedirlo.

I dati acquisiti, dice BigG, servono esclusivamente per migliorare le prestazioni dei dispositivi, ad esempio per gestire meglio la consegna delle notifiche push e dei messaggi, trattando sempre dati crittografati, compartimentati e immediatamente eliminati. Non è tuttavia chiaro, sempre secondo Quartz, come la raccolta di questi dati possa essere stata realmente utile a migliorare il servizio e soprattutto se non sia mai stata usata per scopi pubblicitari. 

Google ha infatti confermato le accuse, specificando però che c’è il massimo impegno per assicurare la privacy dei suoi utenti entro fine novembre, disabilitando la memorizzazione delle celle. Un po’ tardi forse, visto che il processo va avanti da circa 11 mesi.

Ma come fanno a sapere sempre dove siamo?

Semplice, la vicinanza a due o più ripetitori cellulari è sufficiente per triangolare la posizione di un telefono in un’area densamente popolata.

Il GDPR che, ricordiamo, sarà pienamente applicabile a partire dal 25 maggio 2018, sottolinea chiaramente come l’utilizzo di dati personali, tra i quali c’è anche la localizzazione degli utenti, debba sempre essere accompagnato da un’informativa chiara, semplice e completa di tutti gli utilizzi, fatti da titolare del trattamento o da terzi, delle informazioni raccolte.

Il comportamento tenuto da Google, almeno a rigor di logica, dovrebbe quindi essere punito dal Regolamento, nonostante il Garante non si sia espresso in merito.


Via Levorin, 1 - 35127 Padova

P. IVA/C.F. 03719260287
Registro Imprese di Padova
n. 03719260287
Numero R.E.A 331324

Tel. (+39) 049.8077145
Fax (+39) 049.7806159

ASSISTENZA

Il servizio di supporto e assistenza è attivo dal lunedì al venerdì dalle:
09:00 - 13:00
14:00 - 16:00

Eventuali interventi presso il cliente vanno concordati.

CERCA NEL SITO

©2020 TECSIS S.r.l. All Rights Reserved.

Search